BARCELLONA, 24 ANNI DOPO..

Che il Milan non possa giocare come vorrebbe il Presidente Silvio Berlusconi questo è assodato.
Il problema che emerge dalla serata del Camp Nou è che il Milan non è stato in grado di giocare come avrebbe voluto Massimiliano Allegri.
“Faremo una partita difensiva” ha dichiarato prima del match Mauro Tassotti. Ma il Milan non ha la quadratura per poter reggere un’intera partita a livello difensivo: manca di attenzione, di diligenza e, in certi casi, come nell’occasione del colpo di testa di Busquets (in netto fuorigioco), di professionalità.
Allegri è un bravo allenatore, un ottimo tattico, un eccellente gestore di gruppo, ma tra le sue peculiarità non annovera quelle di grandissimo motivatore, alla Benitez per intenderci, non spreme mai al massimo i propri giocatori, non ottiene da loro il massimo livello di attenzione e concentrazione per tutti i 90′, ma solo a sprazzi. Il Milan, come è successo a Barcellona, alterna momenti di assoluta perfezione tattica a momenti di totale disattenzione, in alcuni frangenti sembra mancare addirittura di professionalità.
“Se un giocatore non riesce a saltare tre giocatori è perché non è nelle sue corde, ma stare in linea è solamente questione di attenzione, concentrazione e professionalità” ha dichiarato il Maestro Arrigo Sacchi negli studi di Premium Calcio. Contro il Barcellona il Milan ha commesso errori non più perdonabili, è inammissibile che un giocatore come Abate si faccia trovare fuori posizione nell’occasione del rigore fischiato a Neymar, che Busquets salti in mezzo all’area completamente solo. Errori gravissimi di attenzione e di concetto che hanno compromesso una partita preparata per essere giocata in modo difensivo. Questo è il punto: il Milan ha preso tre gol nonostante una partita impostata a livello difensivo. Questo è il “dramma” sportivo. Evidentemente il Milan non ha nelle proprie corde, e lo ha dimostrato anche l’anno scorso, questo tipo di imprese di sacrificio, attenzione, dedizione, concentrazione massima per 95′.
La diga di centrocampo preparata da Allegri (De Jong, Montolivo, Poli, Muntari) non ha retto perché i due reparti, quello difensivo e di centrocampo, ad eccezione di De Jong e Montolivo (splendidi), erano troppo distanti tra loro. “Le distanze tra i reparti non devono essere più di 4 metri” ha ricordato Arrigo Sacchi. Il Milan alla lunga ha perso le distanze tra i reparti, ha perso compattezza, ad una fase offensiva non seguiva un diligente ripiegamento. E viceversa. Ad una buona fase difensiva, non seguiva una ripartenza armoniosa, rapida e, soprattutto, verticale. Con Poli e Muntari sulle fasce risultava estremamente complicato attuare una ripartenza bruciante. Fondamentale è stata l’assenza di un giocatore con le caratteristiche tecniche di El Shaarawy.

Aver lasciato in panchina Mario ha sancito la resa morale. Con Kakà e Mario sugli esterni e una punta di ruolo, il Diavolo avrebbe messo sicuramente più paura al Barcellona.
A Barcellona si vince con corazza, elmetto, compattezza e ripartenza.
Precisazione del Maestro Sacchi: “senza una squadra compatta al vertice, non potrà esserci una squadra compatta alla base”. Salvo un generale in panchina, aggiungo io.

Aver messo in discussione Adriano Galliani e aver tenuto in panchina Mario Balotelli ha significato non dare punti di riferimento..alla squadra!

Dopo Barcellona rimane viva più che mai la speranza di qualificazione agli ottavi di Champions, ma il Grande Milan di un tempo non c’è più. Tutto partì da Barcellona, 24 anni fa, con il 4-0 alla Steaua Bucarest (doppiette di Gullit e Van Basten), con il più grande esodo di tifosi della storia: 90mila rossoneri al Camp Nou ad idolatrare il Diavolo. Era il Milan di Sacchi, Galli, Tassotti, Baresi, Maldini, Donadoni, Rijkaard, Van Basten, Gullit, Ancelotti. Era il Milan di Silvio Berlusconi e Adriano Galliani. 

La Stanza di Dario  

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: