MILAN, LE POSSIBILI RIVALI AI RAGGI X

Le 2 finaliste dell’ultima Champions, le capolista di Liga e Ligue 1, l’amico Carletto, il nemico Mou,
lo United all’anno zero. Ecco, in ordine di difficoltà, le possibili rivali del Milan ai raggi x. Con una
premessa: comunque vada, sarà durissima.

Di Massimo Callegari

BAYERN MONACO – Il ko col City ha interrotto una serie di 24 risultati utili consecutivi (21 vittorie e 3 pareggi) che durava da inizio agosto. Comanda la Bundes con 4 punti sul Leverkusen e 10 sul Dortmund. Sabato con l’Amburgo l’ultimo match in patria del 2012, poi la trasferta in Marocco per ilMondiale per Club e la sosta invernale. Guardiola potrà recuperare gli infortunati Schweinsteiger eRobben e cercare la continuità di gioco che ancora manca. Incredibile ma vero: è la più forte, ma ha ancora margini di miglioramento.

REAL MADRID – In crescita costante dopo il ko senza attenuanti nel Clasico. É a -3 da Barça e Atletico nella Liga, ha perso Khedira per tutta la stagione ma sta recuperando Xabi Alonso. Ottime risposte daBale (5 gol nelle ultime 4 partite) e dal miglior CR7 di sempre. Come il Bayern si concede ancoratroppe pause nei 90′. Sarebbe il primo incrocio da ex per Ancelotti da quando ha lasciato il Milan.

BORUSSIA DORTMUND – Al top del girone più duro nonostante l’addio di Götze e una difesamassacrata dagli infortuni. Non inganni il -10 dal Bayern in Bundes: nello scontro diretto perso 3-0 ha dominato per oltre un’ora. Si è giocato la qualificazione a Marsiglia con un ’92 (Durm) e un ’95 (Sarr)in difesa in attesa del rientro di Hummels e SchmelzerLewandowski è pronto all’addio ma va come un violino: 15 gol tra campionato e Champions.

PARIS SAINT GERMAIN – Nonostante 2 ko nelle ultime 3 partite con Evian e Benfica ha mantenuto il1° posto in Ligue 1 (+2 sul Monaco) e nel girone di Champions (abbordabile). Ibra e Cavani hanno segnato 36 gol in 2 tra coppa e campionato e Blanc può permettersi di lasciare in panchina a turnoLucasMenezPastore e Lavezzi. Resta attaccabile sulle fasce, dove peraltro il Milan ha poca qualità.

ATLETICO MADRID – In questo momento, pur con meno qualità individuale ed esperienza internazionale, è globalmente superiore al Chelsea. L’esplosione assoluta di Diego Costa (19 reti tra Liga e Champions) ha cancellato la partenza di Falcao. Ha forzafame ed equilibrio: le doti di Simeone da giocatore. É la vera mina vagante del torneo.

CHELSEA – Mancano le 2 caratteristiche storiche delle squadre di Mourinho: continuità e tenuta difensiva. Ha perso entrambe le partite del girone col Basilea e battuto 2 volte per 3-0 lo Schalke. InPremier ha subìto 17 gol in 15 partite, più anche di Everton e Southampton. Mou ha già iniziato il suo classico lavoro di pressione sul club per avere rinforzi in attacco e sottotraccia è partito l’assalto a Falcao per gennaio. Può giocare in Champions e far saltare il banco.

MANCHESTER UNITED – 9° in Premier a -13 dalla vetta e -7 dalla zona Champions: clamoroso. Pesante l’assenza di Van Persie, 2 punti in 4 gare di campionato senza di lui. É l’anno zero per Moyes e per il club ma guai a considerarlo abbordabile. In Premier ha sconfitto l’Arsenal e in Europa ha dato il meglio di sé, battendo 2 volte il Leverkusen vice-capolista in Germania ed eliminando lo Shakhtar.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: