INVOLUZIONISMO DIFENSIVO, GIOCO POCO FINALIZZATO E UNO SNATURAMENTO FORZATO: STIAMO PERDENDO QUALCOSA DI ESSENZIALE

In Europa è rimasta solo la Juve. La squadra più “italiana” del sistema calcio del nostro paese: la squadra più compatta, più corta, più coesa, più armoniosa. C’è armonia tra i singoli interpreti di ogni reparto, c’è armonia tra i reparti, i meccanismi sono ben collaudati, i giocatori si muovono con i tempi giusti, il gioco è avvolgente, la perfezione tattica viene esibita con ferocia. Unica “distorsione” la difesa a tre/cinque che ormai viene adottata dalla maggior parte delle squadre di Serie A. Secondo molti il calcio italiano sarebbe in una fase involutiva, definita propriamente “involuzionismo difensivo”: la mancanza di difensori di qualità costringerebbe gli allenatori a imbottire le difese, eccezion fatta per coloro i quali credono convintamente nel seguente sistema di gioco (Mazzarri su tutti). Nella didattica della difesa a tre la collaborazione tra i difensori dovrebbe essere più semplice, in quanto vi è una sola linea di copertura, ma ciò comporta anche un’attenzione costante che Conte riesce quasi sempre ad ottenere dai suoi. In Champions si è rivelato essere più complicato perché aumenta la qualità del gioco offensivo delle squadre avversarie e il minimo errore può assumere una risonanza decisiva.
La Juve di Conte è una squadra che impone sì il proprio gioco, ma è anche in grado di adattarlo, correggerlo. Il calcio italiano è definito dai grammatici un calcio di riferimento, perché si basa sul gioco dell’avversario.
Studiare l’avversario non può essere considerata una debolezza. Il calcio italiano si è sempre basato sui punti di forza delle squadre avversarie per limitarne le caratteristiche predominanti. È sempre stato il must della nazionale italiana: pragmatismo, tattica ferrea, gioco verticale, tutti ingredienti che hanno portato l’Italia a vincere quattro mondiali. Un calcio, quello italiano, che richiede grande cultura, dedizione e sacrificio perché non è facile difendersi bene e armoniosamente. Un calcio che probabilmente non ha mai entusiasmato i critici sempre pronti ad elogiare le qualità del gioco degli altri: il possesso palla spagnolo, il ritmo inglese, la matrice innovativa del calcio olandese. La Spagna si è rifatta il palmares negli ultimi otto anni, l’Olanda non ha vinto un mondiale, l’Inghilterra è stata costretta a costruirselo a casa propria per poterlo vincere, e per cercare di rivincerlo è stata costretta ad affidarsi ad un allenatore italiano, la personificazione dell’eccellenza: Fabio Capello.
Arrigo Sacchi di recente ha affermato che la prossima sfida della Juventus sarà quella di non lasciare iniziativa, campo e pallone agli avversari:le grandi squadre del passato mai hanno lasciato l’iniziativa del gioco agli avversari”. Il termine di paragone non può essere certo il suo Milan che rimane un’eccezione del calcio italiano: una squadra bella e padronale, con giocatori unici per disponibilità e qualità tecniche, eroi calcianti nella stratosfera di San Siro,non era possibile allora non dirsi milanisti.. nazionale mascherata da club, un Milan così poco italiano da sedurre gli italiani.

Al di là di questa digressione, le squadre italiane in Europa hanno sempre concesso poco in fase difensiva e si sono sempre rilevate essenziali in fase offensiva. Oggi avviene il contrario: spendono troppo davanti e concedono troppo dietro. Nell’ultimo turno di Champions, l’Atletico Madrid a San Siro sembrava una squadra italiana, così come il Porto al San Paolo contro il Napoli, nell’ultimo turno di Europa League.
Questo perché 
è ormai prevalente la convinzione che il calcio italiano debba snaturare la propria impostazione di gioco, con tutti i rischi che questa forzatura comporta: stiamo perdendo qualcosa di essenziale.

La Stanza di Dario

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: